Parco del Partenio e Cai per collegare Sentiero Italia e Santuari

Da Cancello a Torre Annunziata un altro buon passo per la fruizione del turismo lento in Campania arriva dall’Ente Parco del Partenio

Firmato stamani nella sede di Summonte il protocollo d’Intesa, tra CAI e Parco_del_Partenio, per collegare Sentiero Italia e area vesuviana per il tramite della Greenway dei Santuari.

Il Parco del Partenio si è fatto promotore di un progetto di collegamento escursionistico e ciclopedonale, tra i Santuari di Montevergine e Pompei, denominato Greenway dei Santuari, basato sulla rifunzionalizzazione della dismessa linea ferroviaria Torre_Annunziata-Cancello. Il progetto si pone in una più ampia strategia del Presidente del Parco, Francesco_Iovino, finalizzata a collegare l’appennino, all’area vesuviana, per generare un vero e proprio distretto Appenninico- Vesuviano del turismo religioso, ambientale e culturale.

Il protocollo d’Intesa, tra Club Alpino Italiano ed Ente Parco Regionale del Partenio, firmato quest’oggi, rappresenta il primo passo del distretto Appenninico-Vesuviano. La Greenway dei Santuari è stata infatti ritenuta una valida soluzione di collegamento tra il Sentiero Italia e l’area vesuviana, nell’ambito del progetto del Sentiero dei Parchi. Il Sentiero_dei Parchi nasce, a sua volta, da un accordo, tra il Ministero dell’Ambiente e il CAI, per collegare i sentieri, delle Aree protette italiane, attraverso l’ossatura portante del Sentiero Italia – CAI.

Il protocollo d’Intesa, firmato quest’oggi, prevede anche un più ampio rapporto di collaborazione, tra Parco del Partenio e CAI, nei diversi ambiti di attività del Club Alpino Italiano e precisamente l’escursionismo, la sentieristica, l’alpinismo giovanile, la speleologia, la tutela dell’ambiente montano e l’educazione ambientale. E’ prevista, altresì, la possibilità di stipulare, d’intesa col CAI Campania, un accordo di collaborazione anche con il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, che del CAI è una sezione nazionale, così da garantire una frequentazione del Parco in sicurezza. 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali