Dom. Giu 16th, 2024

Si è conclusa l’edizione 2018 di Leguminosa, in Piazza Dante a Napoli. Oltre settanta aziende espositrici, provenienti da Campania, Puglia, Umbria, Lazio, Toscana, Basilicata, Piemonte, Sicilia, ed una grande affluenza di un pubblico molto appassionato.

Fagioli, cicerchie, ceci, lenticchie, fave, piselli, lupini e quanto altro, l’esaltazione di forme e colori, ma soprattutto della qualità, sono stati gli assoluti protagonisti dell’evento promosso da Slow Food Campania, con i patrocini di Regione Campania e Comune di Napoli. Con una serie di convegni incentrati sull’importanza e la valorizzazione di questi frutti della terra, orgoglio specialmente del Meridione perchè immancabili nei piatti della tradizione. 

Leguminosa ha evidenziato la qualità e la professionalità di tante piccole e medie realtà agricole, dai fagioli e ceci di Michele Ferrante di Controne ai legumi da coltivazione biologica di Sole di Cajani di Caggiano, presente anche con i pregiati oli extravergine, dalle confetture di Officina Vesuviana di Boscotrecase, sublime quella a base di limoni sorrentini, ai mieli e all’olio da agricoltura biodinamica prodotti da Terre di Cocomo nel pistoiese, e tanti altri espositori che valorizzano i territori con le loro pregiate lavorazioni.

Grazie anche ad un tempo mite e decisamente primaverile, Leguminosa con il suo successo di pubblico ha rimarcato come le produzioni di qualità trovino da sempre ottimi riscontri presso una clientela proveniente da realtà metropolitane quale è appunto Napoli, dove evidentemente il ritorno ai sapori di una volta costituisce per le persone un toccasana contro lo stress di una quotidianità sempre più caotica. 

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.