Gio. Mag 30th, 2024

avellinorocchettaRiaperta per scopi turistici la linea Avellino–Rocchetta Sant’Antonio, che attraversa zone incontaminate dell’Irpinia. Verranno riabilitate vetture storiche degli anni ’20 e percorreranno l’ Irpinia in quattro date: il 22 agosto da Foggia a Rocchetta, il 23, 26 e 27 da Rocchetta a Conza. Per dei veri e propri tragitti turistici dovremo aspettare il 2017, anno in cui la riapertura dovrebbe essere definitiva. L’idea progettuale è stata redatta dalla Fondazione Fs Italiane con il supporto di RFI che curerà gli interventi di riqualificazione (linee fabbricati), per garantire l’esercizio ferroviario a fini turistici. La Regione Campania si impegna a reperire i fondi necessari, d’intesa con il MiBACT. Sarà allestito un treno con carrozze degli anni ’30 e un ex bagagliaio/postale riadattato per il trasporto bici e per la degustazione di prodotti tipici. Le manifestazioni di tipo culturale e le diverse iniziative collaterali andranno a beneficio soprattutto delle comunità ed economie del territorio, configurandosi come nuova forma di turismo sostenibile, funzionale allo sviluppo locale. La Avellino–Rocchetta Sant’Antonio è un patrimonio infrastrutturale di rilievo storico e paesaggistico delle aree interne dell’Irpinia. La ferrovia è stata costruita a partire dal 1889 e inaugurata, anche grazie all’impegno di Francesco De Sanctis, Ministro della Pubblica Istruzione del Regno d’Italia, nel 1895. Il tracciato lungo 120 km attraversa Campania, Basilicata e Puglia, intercettando le valli del Sabato, del Calore e dell’Ofanto e superando dislivelli dai 217 metri s.l.m. di Rocchetta ai 672 metri s.l.m. di Nusco. Lungo il percorso si incontrano 31 stazioni, 58 tra viadotti e ponti metallici e 19 gallerie, manufatti di pregevole fattura e perizia architettonica e ingegneristica. Il protocollo siglato rappresenta un passo importante per quel pezzettino d’Irpinia attraversata da una tratta ferroviaria così determinante per alcuni comuni dell’entroterra. E se non è possibile inneggiare alla salvezza, sicuramente si è aperta la strada per una riconversione che in qualche modo accende una speranza su territori lasciati per anni nell’isolamento. In occasione dello SponzFest è previsto questo tour Le date degli eventi in treno storico da Foggia a Conza-Andretta: 22, 23, 26 e 27 agosto 2016. Tutti i viaggi sono effettuati con locomotiva D345, carrozze “Centoporte”, “Corbellini”, di 2° classe serie 31000. Biglietti Sono acquistabili, a partire dal 10 agosto, attraverso tutti i canali Trenitalia: sito www.trenitalia.com, app per smartphone Trenitalia, biglietterie e self service in stazione, agenzie di viaggio abilitate. A bordo treno il giorno stesso dell’evento senza sovrapprezzo, secondo la disponibilità di posti. Per i treni storici da Foggia a Conza-Andretta Adulti/ragazzi * € 10 andata e ritorno, da Foggia a Conza e viceversa € 5 singola corsa di andata o ritorno Per i treni storici da Rocchetta Sant’Antonio a Conza-Andretta Adulti/ragazzi * € 5 andata e ritorno, per ogni tratta da Rocchetta a Conza e viceversa € 2,5 singola corsa di andata o ritorno * Tariffa unica per tutti i viaggiatori oltre i 6 anni di età. E’ prevista la gratuità per i bambini fino ai 6 anni non compiuti, accompagnati da un adulto pagante, senza garanzia di posto a sedere.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.