Sab. Mar 2nd, 2024

mozzarella2_d0Parla anche un po’ italiano l’edizione 2015 del prestigioso Premio “South West Cheese Awards”, una delle più grandi e antiche fiere che raccoglie centinaia e centinaia di produttori di latticini e formaggi provenienti da ben due continenti. Un evento promosso e organizzato dalla “Mid-Somerset Agricultural Society” nella contea di Somerset, uno dei centri caseari più importanti d’Inghilterra, per promuovere le eccellenze del comparto. Il Gruppo Castelli, colosso europeo dell’agroalimentare, ha infatti portato a casa un tris di medaglie in ben tre delle 76 diverse categorie in cui è suddivisa la competizione: per i “Formaggi light”, la vittoria è andata alla mozzarella (Tesco) di Alival Porcari; per la sezione “Formaggi da grattugiare” l’affermazione è invece andata alla Casearia Tricolore con il Parmigiano reggiano stagionato 30 mesi; mentre per la categoria “Miglior mozzarella di bufala” è salita sul podio la “Mozzarella di bufala campana Mandara”, storico marchio dell’alimentare campano con sede a Napoli (noi  sapevamo a Mondragone.. ndr)  specializzato nella produzione di formaggi freschi a pasta filata. Il “South West Cheese Awards”, giunto ormai al 163esimo compleanno, raccoglie ben 76 diverse categorie di prodotti lattiero-caseari ed è visitato ogni anno da decine di migliaia di spettatori e appassionati gourmet. I premi sono attribuiti da una giuria di esperti guidata da un presidente.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.