A Gioia Sannitica la Pizza Fiondella con i prodotti del Matese

pizzafiondellaUna pizza con i prodotti dell’Alto Casertano per ricordare il cavaliere Fiondella. Presentata a Gioia Sannitica dal sindaco Michelangelo Raccio e dal ristoratore Patrizio Uzzo della Selva, la “Pizza Fiondella”. Tanti ed intriganti gli ingredienti che la farciscono. A partire dal Caciocavallo del Re, il tartufo del Matese, la scarola riccia e l’oliva caiazzana.
Tributo personale al cavalier Fiondella da parte del sindaco di Gioia Sannitica, Michelangelo Raccio: “Fiondella era un personaggio illustre del nostro territorio e cavaliere di sua maestà – dice il primo cittadino -. Ha lasciato un ricordo indelebile di sé nella nostra comunità, e c’è un palazzo costruito dai suoi avi e che qui è uno dei palazzi storici anche a livello culturale”.
Importante il ricordo ma in primo piano anche la campagna pubblicitaria. L’idea della pizza con prodotti tipici per emergere e valorizzare le bellezze territoriali e la produzione: “Per le nostre zone far conoscere quelle che sono le caratteristiche peculiari e le nostre tipicità è importantissimo per rilanciare la nostra economia. Questi magnifici posti producono tantissime specialità culinarie e tante altre bontà, quindi per noi è importante farle conoscere a tutta la Campania. Ci presentiamo con i nostri prodotti tipici con i quali abbiamo creato questa pizza dedicata al cavaliere Fiondella. Un modo per ricordare l’uomo e nello stesso tempo valorizzare la nostra terra”. 
”Per quanto riguarda la tutela e lo sviluppo del territorio ci muoviamo sempre con massima sinergia tra le istituzioni locali e le aziende – conclude Michelangelo Raccio-. Le nostre imprese sono molto brave a presentare e produrre queste specialità ed il nostro compito e quello di veicolarle verso l’esterno come stiamo facendo in questo caso grazie a questa pizza. Cerchiamo di pubblicizzarle ed in questo senso abbiamo attivato una serie di iniziative come questa. Invito tutti a venire a Gioia Sannitica a visitare il territorio e gustare le nostre specialità”.

Michelangelo Tartaglione

Michelangelo Tartaglione

redattore di Campania Slow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.