A Scampia il progetto Ambiente, Alimentazione, Agricoltura, crescere insieme

ortosocialeInaugurazione di un orto e laboratori didattici, stand di presentazione e degustazione di prodotti tipici DOP e IGP, liberazione di avifauna e adozione di piante alla Scuola dell’Infanzia Monterosa di Scampia, è‘ quello che è accaduto stamattina nel popoloso quartiere della periferia napoletana.

Il patrimonio di valori, produzioni ed esperienze legati all’attività agricola e alla salvaguardia dell’ambiente costituiscono una grande opportunità per educare a sani stili di vita e fronteggiare l’emergente degrado sociale ed ambientale.

Il significativo contributo che è possibile mettere in campo in tal senso è stato al centro dell’evento programmato alla Scuola dell’Infanzia Monterosa di Scampia diretta da Patrizia Attanasio, nell’ambito del progetto didattico sui temi dell’educazione alimentare ed ambientale dal titolo “Ambiente, alimentazione, agricoltura: crescere insieme”.

L’appuntamento è stato realizzato con la collaborazione e la partecipazione del Corpo Forestale dello Stato, di Coldiretti Napoli con Campagna amica Giovani impresa, Assessorato Regionale all’Agricoltura, Assessorato Scuola e Istruzione e VIII Municipalità del Comune di Napoli, Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Scampiae Consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala campana DOP caratterizzandosi in un confronto di iniziative volte a insegnare sane abitudini produttive e alimentari e rispetto per l’ambiente in età scolare con l’inaugurazione di un orto, la realizzazione di un laboratorio didattico per illustrare le fasi produttive dalle api al miele, la liberazione di fringillidi e rapaci, la messa a dimora di piante e l’allestimento di stand di prodotti tipici locali per degustazioni guidate di formaggi, mele, nocciole e distillati a cura dei Consorzi di tutela della Mozzarella di Bufala campana DOP, Mela Annurca campana IGP, Provolone del Monaco DOP, Nocciola di Giffoni IGP e della distilleria Petrone.

Alla presentazione del progetto “Crescere insieme” da parte della dirigente Patrizia Attanasio è seguita l’introduzione dei lavori dell’Ispettore del Corpo Forestale Franco Nicodemi e gli interventi dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Daniela Nugnes, dell’Assessore alla Scuola del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri, del Direttore di Coldiretti Campania Simone Ciampoli, del Direttore del Consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala campana Dop, Antonio Lucisano, del Comandante Regionale del Corpo Forestale dello Stato, Vincenzo Stabile e di Don Tonino Palmese, referente regionale della associazione Libera, nonché direttore dell’Ufficio Giustizia e Pace della Diocesi di Napoli.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.