Dom. Feb 25th, 2024

Piacenza-Bottega-di-Campagna-AmicaDalle 9 alle 13,30 di sabato 1 febbraio in piazza Salvatore Di Giacomo a Posillipo e in piazza Saverio Mercadante al Corso Vittorio Emanuele e di domenica 2 in piazza Dante, in piazza San Vitale a Fuorigrotta e in piazza Immacolata e in piazzetta Totò al Vomero i mercati di Campagna Amica tornano con il loro stand gialli carichi di prodotti genuini, di qualità, controllati nel segno della sana alimentazione e del rapporto diretto dai campi sicuri alla tavola.

Riprendono a garantire sicurezza alimentare e una alimentazione gustosa a prezzi giusti dopo l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Napoli della delibera di Giunta Comunale che rinvia i termini di entrata in vigore del nuovo restrittivo Regolamento Comunale che disciplina la vendita diretta da parte dei produttori agricoli.

Frutta e verdura sono elementi fondamentali per una corretta alimentazione, ma il loro acquisto nel 2013 è sceso al minimo da inizio secolo con un calo di oltre 100 chili di ortofrutta in meno nel carrello, rispetto al 2000. Un’analisi della Coldiretti evidenzia un drammatico calo del 18 per cento nelle quantità consumate dalle famiglie che hanno portato sulle tavole appena 320 chili di ortofrutta nel corso del 2013. La riduzione – sottolinea Coldiretti Napoli – ha riguardato sia il consumo di frutta (-17 per cento) ma soprattutto la verdura (-20 per cento), rispetto al 2000 ed è stata progressiva ma con una forte accelerazione negli anni della crisi. Secondo il rapporto Istat/Cnel sul benessere 2013, in Italia – continua la Coldiretti –, solo il 18,4 per cento della popolazione ha consumato quotidianamente almeno quattro porzioni tra frutta, verdura e legumi freschi che garantiscono l’assunzione di elementi fondamentali della dieta come vitamine, minerali e fibre che svolgono una azione protettiva, prevalentemente di tipo antiossidante. Napoli, pur essendo importante zona di produzione ortofrutticola, non fa eccezione per il calo dei consumi.

Sicuramente la crisi economica unitamente alla eccessiva e immotivata paura di consumare frutta e verdura seguito della recente emergenza ambientale in un mercato caratterizzato dalla presenza di prodotti, fuori stagione, importati con incerta provenienza, di bassa qualità, costi alti e non gustosi sono le cause principali del crollo degli acquisti di ortofrutta – sottolinea Coldiretti. I Mercati di Campagna Amica che si sono rapidamente diffusi facendo registrare grande interesse forniscono ogni garanzia e possono far superare ogni remora e incertezza favorendo la soddisfazione della necessaria esigenza di consumare prodotti freschi e salutari meno soggetti alla fluttuazione dei prezzi di mercato per mantenere una corretta alimentazione senza fare danni al portafoglio -afferma Emanuele Guardascione, presidente di Coldiretti Napoli.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia per una dieta sana, di consumare più volte al giorno frutta e verdure fresche per un totale a persona di almeno 400 grammi, ma – sostiene la Coldiretti – la quantità consumata e scesa purtroppo al di sotto, con situazioni più preoccupanti per i bambini.

Un frutto su quattro acquistati è – sottolinea Coldiretti – la mela che si classifica come la preferita ma sul podio salgono anche le arance, che si classificano al secondo posto, e le pere mentre a seguire nella lista della spesa delle famiglie ci sono le pesche, clementine, meloni, uva e kiwi, tra quelli di produzione nazionale. Tra gli ortaggi e le verdure, la star assoluta in tavola è la patata seguita dai pomodori, dalle insalate, dalle zucchine e dalle carote

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.