E’ In vigore il nuovo regolamento regionale sulla raccolta,coltivazione e commercializzazione del tartufo

Novità per il mondo del tarufo in Campania: “È stato pubblicato il nuovo regolamento sulla raccolta, sulla coltivazione e sulla commercializzazione dei tartufi”, a darne notizia Daniela Nugnes, consigliere per l’Agricoltura del presidente Caldoro.

“Il testo – spiega – prevede, tra l’altro, l’istituzione del tavolo regionale di collegamento per la tutela del tartufo in Campania. Tavolo che consentirà a tutti i soggetti della filiera tartuficola regionale, in sinergia con le istituzioni, di mettere in atto un percorso condiviso per la valorizzazione di questo comparto che, nella nostra regione, sta diventando sempre più importante anche per l’indotto che è capace di generare”.

Il nuovo regolamento, inoltre, stabilisce che le autorizzazioni per la raccolta siano rilasciate dai Comuni di residenza dei richiedenti e che i titolari di tesserino, rilasciato da altre Regioni, possano accedere alla sola vidimazione annuale nella provincia di residenza, senza dover pagare tasse per il nuovo rilascio. “Si tratta – aggiunge – di modifiche che rendono il quadro normativo più coerente con le proposte che ci arrivano proprio dal mondo produttivo del tartufo e che contribuiranno non solo allo sviluppo dell’intera filiera, ma anche alla valorizzazione e alla salvaguardia di quei territori rurali legati alla tartuficoltura”.

“Già nelle prossime settimane, così come previsto dal regolamento, provvederò a convocare il Tavolo regionale di filiera per avviare un progetto finalizzato, da un lato, allo sviluppo di questo settore emergente e dalle grandi possibilità, dall’altro, al miglioramento dei controlli sul rispetto della disciplina della raccolta”, conclude la Nugnes.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.