Su Apple Store: finalmente la Guida Completa ai Vini della Campania per iPad e iPhone

Per la prima volta nasce una guida dei vini campani interamente pensata per iPad e iPhone, pratica da usare. Il risultato di oltre 15 anni di lavoro sul campo e di migliaia e migliaia di assaggi.

Tutte le cantine citate sono state visitate. Uno strumento indispensabile per chi ama il vino e segue la Campania nella sua continua crescita. Una guida completa, che attraversa tutta la regione, dall’Irpinia con il Fiano di Avellino, il Greco di Tufo e il Taurasi, al Cilento. Dai Campi Flegrei alla Penisola Amalfitana, dal Sannio alla perovincia di Caserta.

Ora basta un clic per entrare nel vigneto Campania. Per la prima volta 300 aziende e 1800 vini catalogati per provincia tutti insieme a portata di clic con la nuova app I Vini della Campania, Guida Completa che potete acquistare a 1,59 Euro.

La ricerca è estremamente facile. Può essere geografica, cliccando dentro una delle cinque province e avendo subito il quadro delle aziende. Oppure per tipologia dei vini più importanti: Aglianico, Taurasi, Fiano, Greco e Falanghina.

Il bilancio di un lavoro iniziato nel 1994 sul territorio con il supporto delle sommelier e giornaliste del vino Tonia Credendino e Sara Marte che hanno curato rispettivamente le province di Caserta e di Napoli.

Uno strumento indispensabile per gli operatori e gli appassionati: facile da consultare, sponsor free. Troverete i vini top e i vini del cuore, provincia per provincia, la fascia di prezzo, gli indirizzi, i siti e le mail, i nomi degli enologi, i vigneti.

Da Antonio a Walter Mastroberardino, Andrea D’Ambra e Michele e Luigi Moio, Manuela Piancastelli e Nicola Venditti, Silvia Imparato e Bruno De Conciliis, le famiglie Avallone, Di Meo e Martusciello, Marisa Cuomo e Luigi Maffini e tanti tanti altri: le loro storie, la straordinaria avventura di uomini e donne che hanno restituito dignitià al lavro della terra e cambiato la percezione delle priorità di una regione sempre concentrata sulla città e il turismo costiero.

E la nuova generazione di enologi: Vincenzo Mercurio, Sebastiano Fortunato, Massimiliano Spina, Antonio Di Gruttola, Angelo Valentino, Gerardo Vernazzaro, Vincenzo Di Meo, Benny Sorrentino.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.