Lun. Mar 4th, 2024

Merano Wine Festival e Gourmet Arena, un trionfo di gusto grazie alle fantastiche performance dei grandi chef che hanno animato la nuova edizione della Gourmet Arena 2010. “Eccellenze gastronomiche a kmzero”, questo il nuovo concetto che ha caratterizzato l’interpretazione dei piatti presentati nella tre giorni appena conclusa a Merano. Fortemente voluta dal presidente della Gourmet’s International Helmut Koecher e da Dante Stefano Del Vecchio che ne ha curat e coordinato l’organizzazione insieme ad Emanuele Scarello, presidente dell’associazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe, Gourmet Arena ha registrato un importante successo di pubblico intervenuto alle numerose lezioni di cucina.
Cibo, territorio, cucina, agricoltura per le ricette di una filiera della cultura gastronomica e presentata da Dante Stefano Del Vecchio con la cuoca e scrittrice gastronomica Sara Papa, interpretate dai grandi chef come Andrea Canton, con le millefoglie di seppie con verdure, con salsa al nero di seppia; Heinrich Schneider, con il gelato al pino mugo con pan perduto, gelatina di fiori di sambuco, spuma di frutti di bosco e pera williams. Dalla Campania Francesco Sposito, parmigiana di melanzane, mentre da Caserta Renato Martino ha preparato la tartarre di Bufala e i broccoletti con colatura di alici e salsa allo yogurt di bufala e un involtino di Bufala con anguilla affumicata e Berardino Lombardo il pesto di broccoli di berardino; Angelo d’Amico con il cubo di maialino nero in crosta di nocciole su broccoli napoletani e salsa alla mela annurca; Christian Pircher e la sua
costata di cervo cotto nel fieno con purea di sedano e castagne, pera allo zafferano e gnocchetti ai noci e la crostata di mele con gelato di cannella; Tomaz Kavcic, funghi porcini con lardo e capasanta, tartara di pohorje beef, purè di patate con uova di quaglia e tartufo bianco, orso con polenta, pere castagne e cachi; Herbert Hintener, ravioli con farina di pera secca con patate e formaggio grigio; Alfonso Caputo, zuppa di fagioli “canarini” con tubettoni gratinati alle erbe mediterranee e ricciola.
Una carrellata di ricette e di prodotti nella cultura della tradizione dei vari territori ma anche eleganti interpretazioni all’insegna dell’innovazione come quelle presentate da Mario Sposito con la sua parmigiana di melanzane ed Herbert Hintner, fino alle straordinarie preparazioni dello Sloveno Tomaz Kavcic, con il suo provocatorio orso alla polenta. Nel parterre ospiti di rilievo come Fausto Arrighi patron della prestigiosa guida Michelin.
Straordinari piatti ma anche territori in vetrina dal tonno e la nduja della Calabria, alla salsa dei pomodorini di Trapani, olio extravergine di oliva, mele annurche , maialino nero casertano, salumi e formaggi della provincia di Caserta. Una rassegna di piatti realizzati da Lombardo Berardino e Renato Martino con prodotti tipici di Terra di Lavoro hanno caratterizzato la partecipazione di Agrisviluppo, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Caserta, presenza sostenuta dal presidente Generoso Marrandino. Numerose le aziende presenti al Wine Festival, da Villa Matilde a Masseria Felicia che hanno presentato alle migliaia di visitatori il magico Falerno, l’azienda Spada e Poderi Foglia. Intervenute inoltre, l’azienda di formaggi Sancti Petri, salumificio Esperia, le aziende di olio extravergine di oliva Antiche Giare Matesine ed Araiani, per il consorzio di Mele Annurche l’azienda La Selva, per il vino Selvanova, Viticoltori Migliozzi, azienda vitivinicola San Teodoro, per la mozzarella di Bufala Masseria Cardilli, il Tartufo di Gennaro D’Andrea ed infine la stringata di maiale casertano di Lombardo Berardino.
Dalle mele annurche ai salumi del maiale nero casertano, dai formaggi all’olio extravergine di oliva, dal tartufo delle aree interne del matese, dalla mozzarella di bufala alla cerne di bufalo e protagonista assoluto il vino, un paniere di 15 aziende delle eccellenze casertane che ancora una volta sono state apprezzate a Merano dalle centinaia di visitatori.
Ospiti d’onore per la seconda volta a Merano il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati Paolo Russo, che ha voluto portare un ringraziamento al Wine Festival “per il costante e professionale impegno nel valorizzare le numerose eccellenze enogastronomiche italiane. Un appuntamento internazionale di rilievo sia per le aziende che per i tanti operatori del settore, dove si trova il meglio delle produzioni agroalimentari nazionali. Inoltre, mi sento orgoglioso, come campano, di trovare aziende e prodotti prestigiosi della nostra terra a testimonianza della grande qualità dei prodotti che dobbiamo difendere dalle contraffazioni”.
Gormet Arena nella sua nuova ideazione e stilizzata all’insegna dell’eleganza, si consolida come una tradizione gastronomica che vive affiancando il Merano Wine Festival di Merano, scenario prestigioso del mondo enologico internazionale.

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.