“Festa della montagna” ad Acerno: natura, gusto, benessere

Culti, riti propiziatori e musiche richiamano alla memoria un tempo lontano, in cui la vita trascorreva tra i campi o sui monti, ad accudire greggi ed armenti; quando gli uomini con il sudore della fronte procuravano cibo o legna da ardere, sfruttando i frutti di una natura incontaminata. Questo ed altro oggi Acerno propone ai suoi ospiti e a quanti giungeranno nel comune dei Picentini per partecipare alla X edizione della “Festa della montagna”.

Una tre giorni inaugurata ieri mattina e che fino a domenica 28 settembre vedrà il coinvolgimento dell’intera comunità acernese, nonché degli studenti delle scuole cittadine. Sono stati loro i protagonisti ieri mattina  in piazza V.Freda, dove hanno assistito alla consegna delle borse di studio previste per il “Premio scuole de Parco regionale Monti Picentini”, iniziativa patrocinata dal Comune e promossa dall’ente Parco.

Ma è con la sfilata folkloristica, organizzata dal gruppo dell’ Istituto Comprensivo di Acerno e prevista per oggi 27 settembre (domani per chi legge) che la festa entrerà nel vivo. Sarà nell’ambito di questa seconda “giornata della montagna” che l’assessore allo Sviluppo e al Turismo del Comune di Acerno, Vito De Nicola, si fa promotore di una tavola rotonda, dal titolo: “Natura, Salute e Benessere – La qualità dell’Acqua di Acerno”, che si terrà alle ore 11.00 presso la sala consiliare di palazzo di città.

Voluto per accendere i riflettori sull’enorme patrimonio naturalistico di questi luoghi, l’appuntamento offrirà l’occasione per presentare al pubblico la stretta collaborazione in campo scientifico avviata con l’Università degli Studi di Salerno. Ospiti, infatti, in sala saranno i docenti Matteo d’Amore e Paolo Attianese, oltre ai rappresentanti del Laboratorio Idrologico e di Chimica degli Alimenti, diretto dal professore Luca Rastrelli.

“Lasciarsi sedurre dalla magia della montagna riempie lo spirito e l’aria salubre di questi luoghi, rigogliosi di vegetazione e di acque cristalline, è una preziosa fonte di benessere”, a questo punta l’assessore Di Nicola, in prima linea nel salvaguardare le peculiarità di questo specifico territorio, dalle enormi potenzialità turistiche ed è in collaborazione con l’Università che l’ente avvierà studi specifici per conoscere e valorizzare le bellezze naturali di Acerno e dintorni.

La festa seguirà nel pomeriggio alle ore 16 con i “giochi montanari” in via Rimembranza. Una riproposizione di antiche tecniche rurali in cui taglialegna, boscaioli e casari si cimenteranno in prove d’abilità. Ci si sposterà poi alle ore 17,30 nel Parco della Colonia dove, tra i tanti stand gastronomici, lo Stapa- Cepica procederà alla presentazione ed alla degustazione di prelibate ricotte e formaggi. Il tutto sarà allietato da un suggestivo spettacolo folkloristico.

Per maggiori informazioni: www.festadellamontagna.org

Alessandro Tartaglione

Direttore Responsabile di Campania Slow | Contatto Facebook: http://www.facebook.com/a.tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.