Caputo: Regione Campania tra migliori in Italia nella spesa di PSR e Feamp

La nota della regione sulla spesa in Agricoltura certifica  il buon andamento del nuovo corso dell’assessorato. Arrivano anche le dichiarazioni di Giubilo di Confagricoltura Campania col presidente Fabrizio Marzano.

“La Regione Campania ha ufficialmente superato, di oltre 90 milioni di euro,  la soglia del disimpegno evitando il taglio delle risorse del Programma di Sviluppo Rurale –  Lo ha annunciato Nicola Caputo Assessore regionale all’Agricoltura – Nonostante gli ostacoli e le difficoltà sono stati rispettati i tempi dettati dalla Commissione europea per assecondare le necessità di crescita della nostra agricoltura e del mondo rurale. Secondo la regola n+3 – spiega l’Assessore Nicola Caputo – il PSR Campania entro la fine del 2021 doveva rendicontare una spesa almeno pari a 1,16 miliardi di euro. Ad oggi la spesa complessiva si è attestata a 1,25 miliardi. 

La spesa media mensile nel 2021 è stata di circa 21 milioni di euro, con un significativo aumento della stessa nell’ultimo trimestre. Si tratta di risorse di cui hanno beneficiato oltre 33 mila beneficiari.  Oltre i 53% della spesa complessiva del Programma è stata destinata ad interventi per l’ambiente e quasi il 55% della stessa è andata ad interventi orientati a contrastare i cambiamenti climatici.

Per il terzo anno consecutivo raggiunto e superato anche per  il FEAMP  l’obiettivo annuale di certificazione e il target di disimpegno automatico assegnato all’OI Regione Campania. Il Totale Target Cumulato 2018-2021, al netto delle decertificazioni e delle deduzioni dai conti, è pari a € 38.025.316,64 di cui + € 19.152.162,29 in Quota UE facendo registrare un delta positivo, ulteriormente incrementato rispetto allo scorso anno, pari a + € 2.210.137,76 di cui + € 1.163.213,31 in Quota UE. Con questo risultato, la Regione Campania si colloca tra le migliori in Italia, anche in considerazione della dotazione finanziaria assegnata.

Anche quest’anno abbiamo impiegato tutte le energie a disposizione per centrare i target – conclude Nicola Caputo – e, per questo, un ringraziamento va alla struttura dell’Assessorato per il lavoro svolto e per le sinergie che siamo riusciti a sviluppare tra Regione Campania, le organizzazioni e i beneficiari del settore agricolo nella direzione indicata dal Presidente Vincenzo De Luca. Ora al lavoro per fare sempre meglio e rispondere alle sfide che l’agricoltura campana dovrà affrontare”.

Felici della notizia, ovviamente, le associazioni agricole, in primis Confagricoltura Campania:

“Esprimiamo soddisfazione nell’apprendere dall’assessore all’agricoltura della Regione Campania Nicola Caputo che il Programma di sviluppo rurale Campania 2014-2020 ha raggiunto un livello di spesa pubblica di un miliardo e 250 milioni, centrando e superando di 90 milioni il target di spesa assegnato per il 2021 e mettendo al sicuro tutte le risorse del Fondo europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale spettanti al settore agricolo regionale” E’ quanto afferma il presidente di Confagricoltura Campania, Fabrizio Marzano, alla notizia – diffusa poco fa da Regione Campania – del superamento della soglia di disimpegno automatico del Feasr da parte del programma di finanziamenti europei e nazionali dedicato agli investimenti delle imprese agricole e del mondo rurale.

“Dopo questa buona notizia – aggiunge Marzano – attendiamo la pubblicazione del calendario degli avvisi pubblici e dei bandi per l’estensione del Psr Campania al biennio 2021-2022, già annunciati dall’assessore Caputo, al quale rinnoviamo la stima per come sta affrontando la ristrutturazione di un programma che pure ha avuto non facili vicissitudini in un recente passato.” 

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.