Think Milk, taste Europe, Be Smart, al via la campagna delle coop lattiero casearie

Think Milk, Taste Europe, Be Smart!” è la nuova campagna di comunicazione realizzata da Confcooperative, promossa dal sistema cooperativo della filiera lattiero-casearia e cofinanziata dalla Commissione Europea per valorizzare il latte bovino e i suoi derivati. Il progetto, che è stato lanciato ufficialmente ieri, nasce per la promozione del settore, evidenziando la sua cultura produttiva e gli alti standard in tema di qualità, sicurezza e benessere animale che contraddistinguono il comparto in Europa.

La campagna “Think Milk, Taste Europe, Be Smart!” si svilupperà nel prossimo triennio in Italia e Germania. Pensata prevalentemente per un pubblico giovane, suona come un invito a informarsi e a riflettere (think)per poter compiere scelte di consumo intelligenti (smart), dando la preferenza a latte e latticini europei (milk, Europe). Le azioni previste si rivolgono a consumatori, giornalisti e influencer, per aumentare il livello di conoscenza, informazione e fiducia dei cittadini verso questi prodotti così preziosi. Che il target siano i Millennial è evidente sia dall’immagine coordinata del progetto che, con diverse declinazioni, differenti protagonisti e contesti, rivendica il consumo di latte come elemento distintivo e di appartenenza a una generazione vincente, sia dall’attenzione posta sul web. Vetrina del progetto è il portale istituzionalewww.thinkmilkbesmart.euarticolato come una sorta di blog in continuo aggiornamento orientato ai consumatori, che potranno trovare in questo un punto di riferimento autorevole dove informarsi e approfondire. Sono inoltre attivi gli account dedicati nelle tre più diffuse ed utilizzate piattaforme social:

INSTAGRAM @thinkmilk_tasteeu

FACEBOOK Think Milk, Taste Europe, Be Smart

YOUTUBE Think Milk, Taste Europe, Be Smart

La filiera lattiero casearia del sistema cooperativo italiano è uno straordinario esempio dell’eccellenza produttiva europea. Sono 600 le cooperative impegnate nel settore: fatturano 7 miliardi di euro, danno lavoro a oltre 13.000 persone con 17.000 stalle associate. Fra i prodotti lattiero caseari meritano senza dubbio una menzione i formaggi che si fregiano dei marchi europei DOP e IGP: rappresentano ben il 50% dell’intera produzione casearia nazionale, settore in cui l’Italia detiene una leadership assoluta a livello mondiale con 56 formaggi DOP e IGP riconosciuti, produzioni distintive dell’UE in grado di dimostrare in ogni parte del mondo la ricchezza, il legame con il territorio, la sicurezza, la qualità, l’eccellenza di tutte le produzioni agroalimentari dell’Unione.

La campagna si concentrerà su alcuni valori fondamentali del latte e dei latticini prodotti nell’Unione: sicurezza, tracciabilità, qualità, proprietà nutrizionali, sostenibilità. La filiera lattiero casearia europea utilizza, infatti, tecnologie avanzate e innovative, con l’obiettivo di rendere la produzione, la distribuzione e il consumo degli alimenti sempre più sicuri e sostenibili. Il latte e i latticini Made in EU possiedono inoltre elevate qualità e sicurezza, mantenendo intatte le proprietà microbiologiche e organolettiche nonché tutti gli elementi nutritivi che li rendono così preziosi per una dieta bilanciata ed equilibrata. Infine, i prodotti europei tengono in massima considerazione anche il benessere animale, tra le priorità degli standard produttivi dell’Unione Europea, che sono tra i più alti al mondo in materia.

La campagna “Think Milk, Taste Europe, Be Smart!” prevede numerose iniziative di divulgazione e sensibilizzazione. Per parlare ai Millennial verrà prevista una campagna di influencer marketing basata sulla collaborazione con food blogger e influencer particolarmente attivi su Instagram, che ad oggi risulta il social media più interessante per il settore, affiancata da interventi informativi radio-tv su trasmissioni a target. La copertura mediatica così realizzata permetterà di creare un importantissimo “fattore fiducia” nel grande pubblico. Per ottimizzare la comunicazione online e creare contenuti ad alto tasso di engagement e con un maggior potenziale formativo e informativo, ogni anno verrà prevista anche la creazione di video incentrati sui valori del progetto. Completano la rosa di attività anche alcuni eventi per i consumatori, organizzati con importanti media partner.

Il progetto intende attivare anche un costante filo diretto con i giornalisti, fondamentali per costruire una narrazione più completa, corretta e attuale sul settore lattiero caseario e i suoi prodotti. Per riuscirci verrà attivato un percorso formativo, tenuto da esperti di comunicazione e di nutrizione, da considerarsi come un vero e proprio corso di aggiornamento all’interno del curriculum professionale.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.