Aiutiamo Michele, l’apicoltore di Trentola Ducenta cui sono state bruciate le arnie con le api.

L’altro ieri una terribile notizia di cronaca nera ha scosso l’agro aversano e il mondo agricolo della provincia di Caserta e non solo. Un rogo doloso ha cancellato la vita e la naturale produzione di ben 700.000 api in arnie proprietà di Michele, un giovane apicoltore ventitreenne di Trentola Ducenta, uno dei comuni mostruosamente cresciuti nella cementificazione in questi ultimi decenni, dove davvero produrre miele e impiantare arnie, dovrebbe essere un merito civile oltre che una professione tesa a dare reddito e lavoro, una mano importante alla biodiversità di un territorio troppo spesso violentato dove a farne le spese è stata proprio un’agricoltura eccellente. Michele, oltre al sostegno delle forze dell’ordine che stanno indagando, sta avendo vicini tanti amici e operatori di settore,  come testimonia la raccolta di fondi spontanea promossa da Domenico Gagliardi da Roma , che, scrive, nemmeno conosce Michele, su GoFund me, tesa a a sostenere il giovane per l’inizio di una difficile ripresa. Nella mattinata di oggi Michele ha ricevuto anche la visita dell’On.Nicola Caputo, Assessore all’Agricoltura della Regione Campania, che dal suo profilo facebook, oltre a verificare un impegno dell’ istituzione regionale, ha lanciato l’appello al sostegno via gofundme, che raccogliamo e diffondiamo, anche noi non conoscendolo di persona, ma ripromettendo di andare subito ad acquistare il miele che produrrà di nuovo. 

Per sostenere Michele 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.