Gio. Mag 30th, 2024

Foto AmaRèCanfora, citronella, arancia amara, camelia, cicoria, finocchietto, bacche di mirto, ulivo, bergamotto e limoni, tutti provenienti dal settecentesco “Real Giardino Inglese” della Reggia di Caserta nato nel 1786 per volere di Maria Carolina d’Austria, moglie di Ferdinando IV di Borbone. Sono queste le erbe e le essenze dalla cui infusione l’azienda liquoristica casertana Antica Distilleria Petrone ottiene l’esclusivo AmaRè, il primo e unico “amaro della Reggia”. E’ stata, infatti, l’azienda capitanata da Andrea Petrone a vincere l’avviso pubblico che consente di utilizzare in esclusiva per quattro anni il pregiato marchio Reggia di Caserta. L’idea di abbinare il nome della Reggia a un amaro si deve al direttore del complesso vanvitelliano Mauro Felicori, grande estimatore delle produzioni agroalimentari di qualità. La presentazione ufficiale di AmaRé avverrà martedì 13 giugno alle ore 17,00 nella Reggia di Caserta presso la Casa del Giardiniere di Corte ubicata accanto al Giardino Inglese. Interverranno: Mauro Felicori, direttore della Reggia di Caserta Andrea Petrone, amministratore Antica Distilleria Petrone srl Laura La Torre, amministratore Yeb!srl e già Direttore Generale MIPAAf Nadia Barrella, docente di Museologia presso Universita degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli” Moderatore: Luciano Pignataro, giornalista de Il Mattino

Di Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.