Deìra, il nuovo passito di Villa Matilde, debutta tra le Primizie 2013 di Casa Vissani

Aglianico_Vulture_ampelos_VCP-VL5Debutto in grande stile per il nuovo vino Passito di Villa Matilde: Venerdì 1 marzo Deìra sarà tra i protagonisti del format Primizie2013 ideato dallo chef Gianfranco Vissani.

Una cena epocale, in cui 4 vini di 4 aziende italiane, fanno il loro debutto sulle scene dell’enogastronomia di qualità raccontati dai produttori in abbinamento ad un menu ideato per l’occasione dallo chef Gianfranco Vissani.

Due Stelle Michelin, numerose presenze televisive, e il merito di aver intercettato e spesso ideato le maggiori tendenze della cucina italiana degli ultimi trent’anni: Gianfranco Vissani con Primizie, non smette di portare alla ribalta prima degli altri, prodotti inediti e di pregio. Nord, Centro, Sud ed Isole sono a confronto nella stessa cena per scoprire nuovi territori, culture e usanze. Il tutto accompagnato da un piatto tratto dal suo nuovo libro L’Altro Vissani, rappresentativo della cucina Tradizionale Italiana, con piatti Esclusivi per Primizie2013.

Deìra, è un vino passito ottenuto da uve Aglianico. Un rosso cupo e profondo, al naso molto intenso, che si apre alla degustazione con sentori di frutti di bosco, fichi secchi e marasca. Un inedito concentrato di Campania, che aggiunge un nuovo tassello per Villa Matilde nell’impegno profuso nella valorizzazione dell’antico Ager Falernus amato dai Romani.

In occasione di Primizie sarà accompagnato da una torta Caprese. A raccontare la storia di Deìra interverrà Maria Ida Avallone, titolare dell’azienda.

Il menu della serata prevede l’aperitivo di benvenuto servito in cantina con Brut Falesco e cicchetti Live di Roberto Vignali; Melanzane alla Parmigiana in abbinamento a Rosè del Cristo ’09 di Cavicchioli, Pasta con ricotta con Chardonnay ’11 di Planeta; al Bricco dell’Uccellone di Braida è affidato il compito di accompagnare il Capocollo di Vitella alla Giardiniera.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.