Ecco i vini più apprezzati a Radici del Sud 2012

Si è conclusa ieri la seconda edizione di Radici del Sud confermando in pieno le aspettative riposte dagli organizzatori in una piena riuscita della manifestazione.

Grazie alla numerosa presenza di produttori, giornalisti, buyer ed esperti del settore, ognuno di grandissima caratura e depositari delle più specifiche competenze per assicurare solide e fruttuose prospettive alla viticoltura meridionale. Il convegno finale, a cui dedicheremo presto un approfondimento speciale, si è rivelato un vibrante momento di scambio di idee e aggregazione tra i vari protagonisti della rinascita che il Sud enologico merita a pieno diritto e l’occasione per definire linee comuni in questo senso vincenti.

Prima che fosse dato inizio alla grande festa finale della manifestazione, uno strepitoso buffet messo in piedi da chef bravissimi chef pugliesi nell’intento di omaggiare gastronomicamente parlando ognuno delle regioni rappresentate dai loro vini a Radici del Sud.

Dopo tre giorni di degustazioni da parte degli autorevoli gruppi d’assaggio deputati, sono stati finalmente indicati i vini che hanno dimostrato di interpretare meglio le caratteristiche dei vitigni autoctoni da cui originano e che maggiormente sono andati incontro al raffinato gusto degli esperti che li hanno valutati.

Ve li presentiamo:

  • Falanghina:

Nazionali: Primo: Cantine Astroni – Colle imperatrice Falanghina Campi Flegrei 2011; Secondo: Azienda Agricola Torre del Pagus – Falanghina Taburno 2010; Terzo: Contrada Salandra – Falanghina Campi Flegrei 2010
Internazionali: Primo: Cantine Astroni – Colle imperatrice Falanghina Campi Flegrei 2011; Secondo: Cantina del Vesuvio – Mariè Falanghina Pompeiano 2011; Terzo: Terra dei Vuttari – Nummus Falanghina Beneventano 2011

  • Gruppo Misto Vini Bianchi:

Nazionali: Primo: Cardone Vini Classici – Il Castillo 2011 (IGP Puglia); Secondo: Cantina di Venosa – Dry Muscat 2011 (IGP Bianco Basilicata)
Internazionali: Primo: Cardone Vini Classici – Il Castillo 2011 (IGP Puglia); Secondo: Vigne di Rasciatano – Malvasia Bianca 2011

  • Vini Bianchi da Vitigni Autoctoni:

Nazionali: Primo: Azienda Agricola Michele Biancardi – L’Insolito 2011 (IGT Puglia); Secondo: D’Alfonso del Sordo – Catapanus 2011 (IGT Puglia); Terzo: Podere 29 – Gelso Bianco 2011 (IGT Puglia)
Internazionali: Primo: Villa Schinosa – Fiano 2011 (IGT Puglia); Secondo: Candido – Tenura Marini 2011 (IGT Salento)

  • Cataratto:

Nazionali: Primo: Centopassi – Terre rosse di Giabbascio 2011 (IGT Sicilia); Secondo ex equo: Buceci Vini – Cataratto 2011 (IGT Sicilia) ; Calatrasi – Terra di Ginestra 2011 (IGP Sicilia)
Internazionali: Primo: Caruso&Minini – Insula 2011 (IGP Sicilia); Secondo: Buceci Vini – Cataratto 2011 (IGT Sicilia)

  • Fiano:

Nazionali: Primo: Terre D’Aione – Fiano di Avellino 2011; Secondo: Tenuta Cavalier Pepe – Refiano 2011
Internazionali: Primo: Feudi di San Gregorio – Fiano 2011; Secondo: Tenuta Sarno 1860 – Fiano di Avellino 2010

  • Vini Rosati da Vitigni Autoctoni:

Nazionali: Primo: Calò Michele e Figli – Mjere 2011; Secondo: Azienda Monaci – Giroflè 2011
Internazionali: Primo: Palamà vini del Salento – Metiusco 2011; Secondo: Rivera – Pungirosa 2011

  • Gruppo Misto Vini Rossi:

Nazionali: Primo: Azienda Vinicola Albano Carrisi – Platone 2008; Secondo: Cantine Paradiso – Terraferma 2010
Internazionali: Primo: Azienda Vinicola Albano Carrisi – Platone 2008; Secondo: Azienda Agricola Duca Carlo Guarini – Malia 2009

  • Nero di Troia:

Nazionali: Primo: Azienda Agricola Santa Lucia – Riserva Le More 2008; Secondo: Antica Enotria – Nero di Troia 2009               Internazionali: Primo: Cantine Botrognamo – Nero di Troia 2008; Secondo: Colle Petrito – Iaccio della Portata 2009

  • Negroamaro

Nazionali: Primo: Azienda Monaci – Le Braci 2004; Secondo: Conti Zecca – Negroamaro 2009
Internazionali: Primo: Azienda Monaci – Le Braci 2004; Secondo: Casa Vinicola Apollonio – Divoto 2004

  • Magliocco:

Nazionali: Primo: Librandi Antonio e Nicodemo – Magno Megonio 2009 Cantine Spadafora – 1915 2007; Secondo ex equo: Ferrocinto – Magliocco 2011 Società Agricola L’Acino – Tocco Magliocco 2008
Internazionali: Primo: Ferrocinto – Magliocco 2011; Secondo: Librandi Antonio e Nicodemo – Magno Megonio 2009

  • Nero d’Avola:

Nazionali: Primo: Colletti Luca – Don Luca 2010; Secondo: Buceci Vini – Nero d’Avola 2010
Internazionale: Primo: Planeta – Santa Cecilia 2008; Secondo ex equo: Colletti Luca – Don Luca 2010- Buceci Vini – Nero d’Avola 2010

  • Aglianico:

Nazionali: Primo: Colle di San Domenico – Aglucus 2006; Secondo: Villa Raiano – Aglianico 2010; Terzo: Galardi – Terre di Lavoro 2010
Internazionale: Primo: Colle di San Domenico – Aglucus 2006; Secondo: Azienda Agricola Case Bianche – Cupersito 2010

  • Aglianico del Vulture:

Nazionale: Primo: Cantine del Notaio – Il Sigillo 2008; Secondo ex equo: Agricola Basilisco – Aglianico del Vulture 2007 – Musto Carmelitano – Serra del Prete 2009
Internazionali: Primo: Casa Maschito – La Bottaia 2006; Secondo: Cantine del Notaio – Il Sigillo 2008

  • Primitivo:

Nazionale: Primo: Castel di Salve – Cento su Cento 2010; Secondo ex equo: Cardone Vini Classici – Primaio 2011 – Vetrere – Barone Pazzo 2010                                                                                                                                                                                                                                                                   Internazionali: Primo: Azienda Agricola Morella – Primitivo Old Vines 2008; Secondo: Agricole Pietraventosa – Primitivo Riserva 2008

  • Gaglioppo:

Nazionali: Primo: Librandi Antonio e Nicodemo – Duca San Felice 2009; Secondo: Cantine Vincenzo Ippolito – 160 anni 2008
Internazionali: Primo: Caparra&Siciliani – Volvito 2009; Secondo ex equo: Cantine Vincenzo Ippolito – 160 anni 2008 – Azienda Vitivinicola Du Cropio – Serra Sanguigna 2008

  • Taurasi:

Nazionali: Primo: Guastaferro – Primum Riserva 2006; Secondo: Villa Raiano – Taurasi 2008
Internazionali: Primo: Montesole – Taurasi 2007 – Calafè – Taurasi 2006; Secondo ex equo: Guastaferro – Primum Riserva 2006- Villa Raiano – Taurasi 2008

  • Nerello:

Nazionali: Primo: Cottanera – Barbazzale 2011 – Patria – Etna Rosso 2010; Secondo: Cottanera – Etna Rosso 2008
Internazionali: Primo: Patria – Etna Rosso 2010; Secondo ex equo: Cottanera – Etna Rosso 2008- Cottanera – Barbazzale 2011

  • Bio:

Nazionali: Primo: Cantine Astroni – Colle imperatrice Falanghina Campi Flegrei 2011; Secondo: Azienda Agricola Morella – Primitivo Old Vines 2008

Internazionali: Primo: Masseria l’Astore – Krita 2011; Secondo ex equo: Azienda Agricola Case Bianche – Cupersito 2010 – Antica Masseria Venditti – Marraioli 2008

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.