Tutto pronto per “Calici di Stelle – Città del Vino” a Campoli del Monte Taburno

Anche quest’anno ritorna a Campoli del Monte Taburno in provincia di Benevento, nei giorni 8/9/10 agosto, il rinomato appuntamento con la manifestazione “Calici di Stelle”, promosso dal Forum dei Giovani.

Il Forum dei Giovani di Campoli del Monte Taburno è una associazione che raccoglie tantissimi giovani del comprensorio ed offre tante possibilità di aggregazione della fascia giovanile della popolazione. Si tratta di una associazione culturale senza scopo di lucro che ha il privilegio e l’impegno di promuovere il territorio e le sue innumerevoli realtà.

“Calici di Stelle” è una manifestazione a carattere nazionale, che rientra nel circuito di Città del Vino. L’evento mette in mostra, in questi tre giorni, i prodotti tipici della tradizione contadina dell’entroterra sannita.
Le tre serate sono accompagnate da spettacoli musicali, ballo liscio, musica popolare e attrattive di vario genere che coinvolgono ogni singola fascia di età. Al centro dell’attenzione il re dei nostri prodotti agricoli, il Vino.

La festa prevede anche uno stand gastronomico (gestito dall’organizzazione) dove i visitatori hanno la possibilità di consumare i prodotti tipici della tradizione contadina (menù ancora da definire. Si prevede: cavatelli al sugo con tracchie di maiale, rustico con salami locali, padelaccia -soffritto di carne di maiale con peperoni e patate, panino con salsiccia, pizzili -pastella fritta con fiori di zucca, zucchine fritte, sfizi fritti di varia fattura, dolci di vari tipi).

A caratterizzare le tre serate si svolge la consueto gara ufficiale, tra le varie aziende partecipanti, con lo scopo di premiare il vino migliore di annata. La giuria, che ha il compito di eleggere il migliore prodotto, è composta, come ogni anno, dai sommelier della Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori).

I sommelier danno, ai presenti, anche la possibilità di una degustazione guidata del prodotto vinicolo. Alla serata partecipano anche note cantine della provincia e dell’intera regione che, non rientrando nella gara, hanno il solo scopo espositivo. Si ripropone, anche per quest’anno il Museo della Tradizione Contadina. L’idea nata grazie alla collaborazione con l’agenzia Art-Sannio e quindi con il Musa (Museo Provinciale delle Attività Contadina). Sarà proprio il Musa che allestirà nei tre giorni un museo permanente di macchine agricole d’epoca. Completerà il tutto un punto dove i visitatori potranno vedere una ricostruzione di una cantina secolare.

E’ stata creata la Strada del Gusto: decine di espositori in legno che danno la possibilità alle aziende enogastronomiche di esporre i loro prodotti e ne offrono la degustazione gratuita.

Sono previste anche una serie di escursioni nelle ore diurne dando, così, la possibilità ai visitatori di tuffarsi nel coinvolgente scenario paesaggistico dell’entroterra sannita. Visite guidate tra le bellezze del Parco del Taburno – Camposauro, offrendo la possibilità di pernottare in caratteristici agriturismi.

Al termine delle tre serate e possibile assistere ad uno spettacolo di fuochi pirotecnici che esalta maggiormente l’essenza stessa della manifestazione vista come un momento di festa e di aggregazione ma anche di promozione del territorio stesso.
Inoltre da quattro anni il Forum dei Giovani di Campoli del Monte Taburno è gemellato con una associazione che pratica volontariato in Burkina Faso, presso la diocesi di Ouahigouya. Alla conclusione di ogni festa parte del ricavato, viene inviato, come contributo di solidarietà per le popolazioni disagiate della nazione africana.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.