Master of Food – Formaggi, al via la II° lezione

Mercoledì 9 marzo alle ore 20 in piazza Campania, all’interno del Centro Commerciale Campania di Marcianise, si terrà, nell’ambito della manifestazione Il Gusto al Centro, la seconda lezione del Master of Food dedicata ai formaggi, in collaborazione con Slow Food.

Saranno quattro i formaggi analizzati nel corso dell’appuntamento con la degustazione che verrà diretta dalla docente Maristella Di Martino: la mozzarella di bufala campana doc (latte di bufala), la Robiola di San Lorenzo (latte capra), il Gransardo (latte pecora) e la Raschera dop (latte vacca).

Si tratta quindi di formaggi che devono le loro forme ed i loro sapori alle sapienze tradizionali dei vari territori d’origine e anche ai diversi generi di latte impiegati.

La mozzarella sarà offerta dal Consorzio di Tutela mozzarella di bufala Campana dop con sede a San Nicola la Strada, diretto da Antonio Lucisano.

Mercoledì 2 marzo si è tenuta la prima lezione e Maristella Di Martino, giornalista, scrittrice di libri di cucina, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, ha commentato la sua prima lezione in un luogo così inedito per la divulgazione della Gastronomia : “Tenere una lezione in un grande centro commerciale è un’esperienza assolutamente innovativa e da ripetere perché può costituire una valida alternativa ai luoghi tradizionalmente deputati alla formazione. La prima lezione mi è piaciuta molto, un’esperienza emotiva molto partecipata. L’ambiente mi è sembrato subito accogliente, quasi avvolgente e credo che la stessa percezione sia stata avvertita dai partecipanti. La loro soglia di attenzione è stata eccezionale, avevano voglia di parlare e condividere opinioni, pensieri, sensazioni. Il loro livello di apprendimento migliorerà mano a mano che prenderanno confidenza con il magico mondo dei formaggi”.

Sarà sicuramente appassionante per gli allievi iscritti al corso degustare nei dettagli i quattro formaggi di mercoledì. Un percorso che spazierà per l’Italia ma che vedrà protagonista la Campania con la sua mozzarella di bufala.
La Di Martino a tal proposito dice: “La nostra penisola a è una terra ricca per il suo patrimonio caseario, ma la mia preferenza è accordata ovviamente alla Campania, dai prodotti più classici come la mozzarella di bufala ad altri meno noti come una robiola di capra prodotta in un centro montano del salernitano, Acerno”.

I Master of Food al Centro Commerciale Campania vedono la fondamentale collaborazione degli alunni dell’istituto alberghiero Galileo Ferraris di Caserta. Questi ragazzi stanno affrontando con impegno un’esperienza formativa nuova e utile per il loro futuro professionale.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.