La verde Irpinia in trionfo con il ”Campania GusMed Festival…sapori Mediterranei”

La verde Irpinia ha ospitato nel suo caratteristico centro montano di Montecalvo, la 4a tappa del “Campania GusMed Festival” che anche nella sua seconda edizione sta raccogliendo successi ovunque. L’interesse per la manifestazione, oltre che in Campania, si estende e aggiunge ad altre regioni tanto da poter essere sviluppata ed ampliata nell’intera nazione italiana per la promozione dei territori. Il sindaco di Montecalvo, Giancarlo Di Rubbio, ed in primis Nicola Serafino, assessore al Turismo Sviluppo e Promozione di Montecalvo Irpino, coadiuvato da Antonio Stiscia, cultore storico dei costumi e tradizioni, hanno voluto affiancare Edoardo Lanza che è l’ideatore del festival in una della due tappe che la manifestazione tiene in ognuna delle cinque province campane.

Location d’eccellenza è stato l’agriturismo “L’Antico Mulino” struttura che al verde, alla tranquillità, agli spazi per poter vivere giornate nell’assoluto rispetto della natura, aggiunge anche la possibilità, in un ampio ristorante, di poter gustare i tradizionali piatti che costituiscono un vanto della gastronomia irpina. Alla buona cucina va abbinato un buon vino ed anche in questo caso l’Irpinia non scherza con la storicità ed apprezzabiltà dei suoi eccellenti vini, tanto da divenire la prima regione del centro sud a poter vantare tre Docg con il Taurasi, Fiano (Apianum) e Greco di Tufo ponendosi al quinto posto in campo nazionale dopo Piemonte, Toscana, Veneto e Lombardia. Gli oltre 150 invitati che hanno potuto godere della cena di gala organizzata dal GusMed hanno espresso grandi apprezzamenti per aver rigustato o addirittura gustare per la prima volta i particolari piatti della tradizione illustrati nella loro storia dall’ass. Serafino ed elaborati dal gastronomo Guido Altieri.

Il particolare menù ha portato in tavola eccezionali salumi di produzione artigianale come anche particolari ed eccellenti formaggi (il caciocavallo podolico irpino), seguiti da un piatto della tipica pasta fatta a mano “cicatielli” con un ragù alla Eduardo De Filippo “O Ragù ch’ faceva mammà”, un secondo primo piatto: “Lampi e tuoni “ (costituito da pasta fatta in casa unita a ceci alla pignata), la “Braciola cu li ruoccoli paisani” (carne involtinata con broccoli soffritti), ed ancora “Cuccio scuppettiato cu pupini e muligname” ( coniglio paesano con peperoni e melanzane) e per concludere Torrone, Tortano Montecalvese e la frutta varia ripiena con gelato negli stessi sapori, prodotto dalla “Aloha srl” di Mirabella Eclano, per i quali nonostante il luculliano pranzo sono stati richiesti numerosi bis e tris. L’intera cena è stata accompagnata dai vini di “Terre di Orlando”, di “Luigi Serafino”, dell’az. “Il Torchio”, Aglianico “Manimurci”, spumante “Montesole” , grappe e caffè. Le numerose aziende intervenute con esposizione dei propri prodotti hanno reso possibile assaporarne anche la bontà perchè sono stati utilizzati per la preparazione dell’esclusivo menù degustato. Alla serata hanno contribuito i salimifici “Vittoria” e “Montecalvese”, i panifici “Montecalvese”, “Mobilia”, “Cavotta” e “Gepaca”, i molini “Bellucci” e “Marra”, il tarallificio “Crio”, il pastificio “Tufo”, il torronificio “Ilaria”, le macellerie “Leone” e “De Caro”, i caseifici “Irpinia” e “La Molara”, le cooperative agr. “Copam” e “La Pacchiana”, la caffetteria “Grazia Caccese”, la fattoria “Licciardi”, gli oleifici “Manganiello” e “Libera Serafino”.

Tra gli ospiti hanno partecipato il sindaco Di Rubbio, l’assessore Serafino, Antonio Stiscia, il consigliere comunale Giuseppe Stiscia ed altri personaggi della cultura e dello spettacolo insieme a titolari e rappresentanti delle ditte “Sefim”, “Polisud” e “Crisef” sponsor dell’evento. Come di consueto Lanza ha presentato i più noti personaggi presenti in sala fra i quali: Ciro Di Dato, presidente nazionale di “Assoimpero”, il magistrato Gennaro Imperatore garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Campania, Giuseppe Di Napoli, presidente della sezione napoletana dell’Amira, gli sponsor ufficiali del Gus Med “Cle”, “Cme”, “Ediso”, “Maiello” e “Promoitalia” che ha sorteggiato fra tutti gli intervenuti due dei guanciali in lattice di sua produzione che assicurano un perfetto riposo. La serata, ripresa da TV Canale 58 e Radio Ufita, fotografata dal maestro di note e significative quanto espressive immagini Luppino .it – Photonews di Franco D’Addora con studio nella cittadina ospitante l’evento, è stata allietata dal gruppo “Lazzari e Briganti” e da quello locale folk “La Pacchiana”. Sindaco ed assessore hanno pensato proprio a tutto consegnando a termine serata un diploma di riconoscimento per la partecipazione ai più autorevoli personaggi ed agli sponsor.

Alessandro Tartaglione

Direttore Responsabile di Campania Slow | Contatto Facebook: http://www.facebook.com/a.tartaglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.