Alberi monumentali, la Campania ha il suo Atlante

E’ stato realizzato il primo Atlante degli Alberi Monumentali della Regione Campania con circa 200 esemplari censiti nei territori delle 5 province. Il volume racchiude la possibilità di conoscere i criteri che hanno reso la pianta monumentale, nonché il luogo dove essa si trova, grazie alla georeferenziazione. Tale pubblicazione potrà costituire un attrattore per un turismo di qualità, che coniughi riscoperta del paesaggio, delle bellezze naturali, dei borghi e delle eccellenze gastronomiche.

Prodotti Tipici del Sud
Prodotti Tipici del Sud

Un grazie, in particolare, va a tutti i dirigenti ed agli altri dipendenti della Direzione per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ai collaboratori della SMA Campania, ai Comuni campani, ai componenti della Commissione per il riconoscimento della monumentalità degli esemplari segnalati, che hanno collaborato con impegno e passione a realizzare questa pubblicazione, che costituisce il primo volume realizzato dalla Regione su tali eccellenze arboree e, spesso, anche rarità botaniche, di cui è ricco il nostro territorio.

“Siamo orgogliosi di questo lavoro che riporta l’Elenco Regionale degli Alberi Monumentali della Campania ad oggi censiti e riconosciuti ufficialmente. – spiega l’Assessore regionale all’Agricoltura Nicola Caputo –  I nostri Alberi Monumentali meritano una difesa pari a quella riservata al nostro patrimonio culturale ed artistico regionale: essi, infatti, sono da considerasi “ambiente” ma anche e soprattutto “cultura”, perché nelle loro radici ci sono le radici della nostra storia e del nostro retaggio sociale e spirituale”.

L’intento dell’Amministrazione è di ampliare ulteriormente nel corso dei prossimi anni il novero degli Alberi cui venga attribuito tale prestigioso riconoscimento della monumentalità e di far perno sulla loro presenza nei diversi territori per creare un ulteriore elemento a vantaggio di una crescita sostenibile e green della nostra Regione, che non a caso era appellata dagli antichi romani Campania felix.

Ecco l’atlante

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali