23 TreBicchieri Gambero Rosso 2021 in Campania, ecco i premiati

Fiano, Greco,Taurasi , Falanghina del Sannio, tra i più premiati con i tre bicchieri Gambero Rosso, con la Campania che assomma ben 23 tre bicchieri che saranno premiati domani a Roma venerdì 16 ottobre la con la cerimonia di premiazione in occasione della degustazione di tutti i vini premiati con i Tre Bicchieri dalla Guida, organizzata dal Gambero Rosso negli studi di Cinecittà di Roma.

ecco quali sono : 

Campi Flegrei Falanghina Cruna deLago ’18 – La Sibilla

Campi Flegrei Piedirosso Colle Rotondella ’19 – Cantine Astroni

Core Bianco ’19 – Montevetrano

Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva ’19 – Marisa Cuomo

Falanghina del Sannio Janare Senete ’19 – La Guardiense

Falanghina del Sannio Sant’Agata dei Goti V. Segreta ’18 – Mustilli

Falanghina del Sannio Svelato ’19 – Terre Stregate

Falanghina del Sannio Taburno ’19 – Fontanavecchia

Fiano di Avellino ’19 – Colli di Lapio

Fiano di Avellino ’19 – Tenuta Scuotto

Fiano di Avellino Alimata ’18 – Villa Raiano

Fiano di Avellino Pietramara ’19 – I Favati

Fiano di Avellino Tognano ’17 – Rocca del Principe

Greco di Tufo ’19 – Fonzone

Greco di Tufo Claudio Quarta Special Edition ’19 – Sanpaolo di Claudio Quarta

Greco di Tufo G ’19 – Di Meo

Morrone Pallagrello Bianco ’18 – Alois

Pian di Stio ’19 – San Salvatore 1988

Taurasi ’16 – Donnachiara

Taurasi ’15 – Fiorentino

Taurasi V. Cinque Querce ’13 – Salvatore Molettieri

Taurasi V. Macchia dei Goti ’16 – Antonio Caggiano

Zagreo ’18 – I Cacciagalli

Giungano a tutti i nostri auguri ma particolarmente ad Adolfo Scuotto e Alessandra Quarta, allo staff di di La Guardiense, nostri amici storici e le cui realtà da poco abbiamo visitato od approfondito.  A Massimo Alois e Mario Basco , allo staff della Sibilla che ci accolse lo scorso autunno in un raid cicloenoturistico nei Campi Flegrei.

 Raccogliamo intanto la grande gioia in casa Quarta ( tre bicchieri per la terza volta): “Il Greco di Tufo, con la sua classe, eleganze e per il suo stile, occupa un posto particolare nel nostro cuore. Considero la mia “firma” in etichetta una vera dichiarazione d’amore per un vino e un vitigno dalla personalità unica”, commenta Claudio Quarta.

 Il Greco di Tufo è uno dei più antichi vitigni italiani, matura con calma e dona al vino una particolare propensione a maturare nel tempo, regalando delicate e intriganti note minerali e di mandorla amara. Un bouquet ampio che si arricchisce con l’affinamento di 6 mesi sui lieviti per il Greco di Tufo Claudio Quarta che dona un capolavoro di finezza, eleganza, equilibrio e persistenza.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pentole Professionali