Anche per i ristoratori uno strumento utile per abbattere i costi di affitto

È operativo il bonus affitti, il “credito d’imposta del canone mensile per la locazione, il leasing o la concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole” per compensare alcune delle perdite subite nel lockdown. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate, “che ha istituito il codice tributo che consente alle imprese la compensazione con modello F24” e “diffuso la circolare”. Il credito d’imposta: è pari “al 60%” del canone d’affitto “degli immobili ad uso non abitativo” e “al 30%” del canone “nei casi contratti di affitto d’azienda”; va preso a riferimento l’importo versato “nel periodo d’imposta 2020 per ciascuno dei mesi di marzo, aprile e maggio”. in caso “di mancato pagamento la possibilità di utilizzare il credito d’imposta resta sospesa fino al momento del versamento”. Ne beneficiano, con requisiti e condizioni diversi: chi svolge attività d’impresa, arte o professione; strutture alberghiere e agrituristiche; enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti. I dettagli sul sito dell’Agenzia delle entrate

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.