Cicloturismo di gusto in Campania: Sulla Via Silente da Castelnuovo Cilento a Pollica

foto viasilente

Idee per vivere una estate all’insegna del Cicloturismo attraverso tappe di percorsi integrati e ciclovie segnalate in Campania, ne racconteremo tanti in questa stagione, cominciamo proprio dalla Via Silente del Cilento, con la tappa di partenza del tour che abbraccia in 15 tappe sia la costa che l’entroterra: Il viaggio parte dal paesino di Castelnuovo Cilento, graziosissimo borgo dominato dalla torre merlata del castello dei Talamo-Atenolfi. Dalla piazza antistante al maniero, lo straordinario panorama offre una visione d’insieme della Via che ci si prepara ad affrontare. Castelnuovo è anche il paese di Guerino Galzerano, controverso personaggio vissuto tra il 1922 e il 2002, noto per la sua vita rocambolesca, ma soprattutto per le opere musive da lui realizzate e presenti in ogni angolo del paese. La tappa, nel suo complesso non presenta grosse difficoltà; dopo 11 km circa dalla partenza si comincia a risalire su un tratto collinare con pendenza media inferiore al 5%. Ad Acquavella ci si può fermare per una breve sosta prima di proseguire in direzione di Stella Cilento (386 m s.l.m) alle pendici del monte omonimo. Di qui, proseguendo per circa 3 km sulla SP77, ci si può allungare fino al paesino di Omignano dove a ridosso della piazzetta è possibile visitare il minuscolo laboratorio dell’artigiano cestaio Giuseppe Giuliano. Ritornando sulla medesima strada, al primo incrocio ci si immette sulla SP15C, e si prosegue in direzione di Galdo Cilento, dove quasi obbligatoria è una sosta al Caffè letterario, “luogo dove idee e pensieri prendono forma”, fortemente voluto da Angelo Vassallo, il “Sindaco Pescatore”. La vostra tappa si concluderà a Pollica, borgo situato sulle pendici meridionali del Monte Stella (1131m s.l.m) ed affacciato sullo splendido mare di Acciaroli. Mare che potrete raggiungere magari l’indomani mattina, alle prime luci dell’alba, quando ancora i pescatori staranno facendo rientro dalla loro pesca notturna. Irripetibili le suggestioni culturali ed enogastronomiche da provare negli agriturismi tipici o in ristoranti in riva al mare; in questo nostro articolo dello scorso anno alcune delle connessioni mangerecce della tappa provate per voi. https://www.campaniaslow.it/2019/05/10/anna-dei-sapori-alessandro-feo-angelo-elefante-tre-mete-per-conoscere-il-gusto-del-cilento/

Lunghezza   38 km

Altitudine minima  3 m s.l.m.

Altitudine massima 537m s.l.m.

Dislivello positivo   1.056 m

Dislivello negativo 935 m

Tipologia di terreno         87% asfalto

Difficoltà      Bassa

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.