Il manifesto della ristorazione dell’alleanza cuochi e pizzaioli Slow food in Campania

Il manifesto della ristorazione dell’alleanza cuochi e pizzaioli Slow food in Campania


Un manifesto per la riapertura delle sale post quarantena il 21 maggio, è quello ideato dai cuochi e pizzaioli dell’alleanza slow food della Campania, ecco il testo completo:

E’ritornato il tempo in cui le nostre tavole sono di nuovo apparecchiate.
È ritornato il tempo in cui le nostre porte si spalancano per accogliere gli ospiti. È ritornato il tempo in cui ripensiamo, con responsabilità, all’accoglienza “slow”.
Da sempre i nostri principi sono il Buono, ciò che dà piacere nel mangiare;
il Pulito, ossia ciò che è prodotto in maniera rispettosa dell’ambiente; il Giusto, ossia ciò che garantisce l’equo compenso a tutti gli attori della filiera.
Oggi, più di prima, noi sentiamo il bisogno di aggiungere a questi principi la parola Sicuro.
Sicuro è il luogo nel quale ci sentiamo protetti. Sicuro è il luogo nel quale incontriamo i nostri amici. Sicuro è il luogo che ci dà gioia.
Sicuro è il nostro ristorante, la nostra osteria, il luogo nel quale ogni giorno fino a ieri vi abbiamo accolto e nel quale torneremo ad accogliervi da oggi.
Sicure sono le nostre materie prime, scelte solo da agricoltori, pescatori e trasformatori di fiducia.
Sicura è la nostra cucina, fatta di tecniche attente a salvaguardare la salute di ciascuno di noi e le qualità dei prodotti che usiamo.
In questo luogo, da sempre, si rispettano le norme. Tutte. Quelle della legalità, dell’igiene, della sicurezza alimentare, dell’autenticità.
Perché essere “slow” vuol dire fare sempre “un po’ di più” e noi siamo felici di  esserlo.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.