-->

Anche Trattoria a Chiaia all’ombra della Reggia

Inviato il 28 Dic 2018 di Carlo Scatozza

Ranieri e Tutino
pizza a rot e carr

Nuovo arrivo nel panorama culinario di Caserta; è il turno di Trattoria a Chiaia, pizzeria con cucina napoletana, che dal locale Trattoria a Chaia  di via Vetriera a  Napoli sbarca anche all’ombra della Reggia per iniziativa del patron Angelo Ranieri, campione del mondo pizzeiria Caputo 2017 e protagonista anche del brand Totò Sapore di Agropoli. Un arrivo da Napoli che evidenzia di come Caserta sia diventata anche meta d’elezione per gli imprenditori del food napoletano più legati alla tradizione e che trovano nella città borbonica un luogo ideale per aprire un’ ulteriore sede delle proprie attività. Trattoria a Chaiai in versione casertana si trova in Via GM Bosco 64 con la collaborazione della famiglia Tutino, una autorità nel mondo pizza partenopeo. Notevoli le innovazioni importate dai luoghi del successo di Chaiaia, dalla Pizza Mammà, con ragù, polpettine e cornicione ripieno di ricotta a proposte culinarie più classiche come la mandorlata, pomodorini del piennolo, fiordilatte di Agerola, alici di Cetara e sbriciolata di mandorle a dare croccantezza, superlativi gli ziti spezzati alla genovese, con una cipolla di Montoro che ha seguito tagli di carne a fuoco lento per 16 ore, con a seguire una stuzzicante trilogia di baccalà, sia mantecato, che fritto che in casseruola, omaggio a Terra di lavoro nel dessert con la castagnata a base di castagne di Roccamonfina. Simpatica la proposizione della famiglia Tutino con la Pizza a rot e carr, la sottile e larghissima pizza che nei vicoli di Napoli celebra la tradizione pizzaiola da secoli. Una buona tappa per chi, a Caserta, vuole approfondire tradizionalità verace in cucina e nella pizza. 

trilogia baccalà
Condividi!

Rispondi