-->

A Cassino Terra di Lavoro Food&Wine Festival

Inviato il 07 giugno 2018 di Carlo Scatozza

Terra di Lavoro Food&Wine Festival è un salone dedicato al cibo e al vino di Terra di Lavoro, la più antica ed estesa provincia d’Italia, un territorio ricco di eccellenze enogastronomiche con una forte identità storico-culturale. Il festival è organizzato dall’associazione Terragusto e si svolgerà a Cassino, presso l’Edra Palace Hotel, nei giorni 9 e 10 giugno. Il Festival è patrocinato dal comune di Cassino, dall’ Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dall’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, dalla Fondazione Italiana Sommelier, da Slow Food, dal quotidiano l’Inchiesta e da 10 promoter che hanno condiviso questo progetto: Polsinelli enologia, Rocca latticini, Maccarone’s’, Ugaldi Enoteca, Cibus cultura gastronomica, The Brothers enoteca e distribuzione, DAC forniture alberghiere, Mi.Ba. Wine enoteca e distribuzione, Pastificio La Rocca, Santo Bevitore Enoteca. Il salone contempla iniziative promozionali volte, anche, alla formazione di una cultura imprenditoriale nel mondo dell’enogastronomia. Vuole, inoltre, valorizzare il territorio tramite la conoscenza di aziende e produzioni. L’obiettivo è quello di avvicinare il grande pubblico al patrimonio enologico ed agroalimentare di Terra di Lavoro tramite sessioni di degustazione, incontri, work shop, e come momento diretto a favorire anche la competitività delle imprese I visitatori saranno guidati nella storia e nella cultura dei prodotti enogastronomici di questo antico territorio. Un evento orientato sia al business che al pubblico, per rendere l’accesso degli operatori del settore al mercato e, soprattutto, regalare ai visitatori un percorso di avvicinamento e conoscenza dei cibi e dei vini di qualità. Un format ben calibrato che affiancherà produttori del settore e parte del grande e variegato mondo della recettività e della ristorazione. I numeri dell’evento. 30 azienda vitivinicole, più di 200 etichette in degustazione, 40 aziende del settore food (olio, birra, salumi, formaggio, pasta, conserve, distillati…), 10 promoter, workshop e degustazioni guidate. “Il Salone – hanno dichiarato Giampiero ed Alessandro Marcuccilli, responsabili dell’associazione Terragusto ed organizzatori dell’evento – è un progetto a cui lavoriamo da diverso tempo. Terra di Lavoro non ha più confini amministrativi ma possiede ancora una forte identità culturale e, soprattutto, enogastronomica. Il nostro intento è quello di far conoscere al grande pubblico le eccellenze enogastronomiche di Terra di Lavoro e, contemporaneamente, costruire una filiera economica tra le aziende produttrici e gli operatori del settore”.

Saranno presenti anche tante aziende casertane e campane, come l’azienda vitivinicola Porto di Mola e l’azienda brassicola casertana White Tree, ideatrice del progetto Agrimemoriedaspillare, che ha visto la creazione di due etichette fermamente legate all’identità di Terra di Lavoro, la prima con Liburia, antico nome del nostro territorio comune che è una birra alla Canapa, testimoniando il legame con una coltivazione storica della Campania Felix e poi Bubala, la prima birra al mondo con siero ottenuto dalla lavorazione del latte di bufala campana dop. Insieme alle altre referenze dell’azienda, tra cui la Easy Rye, birra alla segale vincitrice del premio Cerevisia nel 2016, lo staff di White Tree con il Mastro birraio Sergio Landolfi è fiero di incontrare i tanti operatori della provincia di Frosinone e non solo. “ L’idea degli organizzatori di voler comunicare e presentare le eccellenze con un salone dedicato al cibo, al vino e anche a realtà del mondo della birra di Terra di Lavoro riteniamo sia eccellente, testimoniando anche la grande storia ed il legame comune nelle tradizioni della nostra terra, la più antica ed estesa provincia d’Italia, un territorio ricco di eccellenze enogastronomiche con una forte identità storico-culturale.Siamo pronti alle sessioni di degustazione, incontri, work shop”.

Condividi!

Rispondi