-->

Da Napoli e Salerno al Cibus, ecco le aziende presenti

Inviato il 02 maggio 2018 di Carlo Scatozza

Aprirà lunedì 7 maggio la 19° edizione di Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione, a Parma, per poi chiudere giovedì 10 maggio: 3.100 aziende espositrici italiane, su una superficie di 135mila mq, 1.300 nuovi prodotti negli stand, attesi 80mila operatori e buyer (circa il 20% dall’estero).

Tra le aziende espositrici della provincia di Napoli figurano: Acetificio Andrea Milano, Acetificio Marcello De Nigris, Agriconserve Rega, Agrigenus (Bioagriworld), Alma Italy, Antimo Caputo, Aprol Campania, Arnone Industria Bevande Gassate, Arte & Pasta, Babà Napoletani di Verde Mario, Bibite Santa Lucia, Biscottificio Domenico Mascolo, Unipersonale, Boccia Confetti, Caputo Il Mulino di Napoli, Carosello Retail, Caseificio Aversano, Caseificio Principe, Cillo, Ciro Velleca, Coppola Enterprice, Eccellenze Nolane, F.Lli Andolfo, Filippo & F.Lli Somma, Gallinovo, Jpb, L’aromatika, La Casareccia di Mascolo, La Fabbrica della Pasta di Gragnano, La Russolillo, La Torrente, Latteria Sorrentina, Latticini Orchidea, Le Gemme del Vesuvio, Masseria Clementina di Antonio Buscè, Mealitaly, Mugnai di Napoli – Farina San Felice, Oleifici Masturzo, Oleificio F.Lli Punzo, Paskà, Pasquale Coppola, Pastai Gragnanesi Società Cooperativa, Pastificio Artigianale Il Vecchio Pastaio, Pastificio Gaetano Faella, Pastificio Lucio Garofalo, Riso Ellebi, Riviera dei Limoni, S. Passalacqua, Sagi, Sepe – Az. Vinicola Altavigna, Società Agricola Masseria dello Sbirro, Tortora, Tradizione Campana.

Tra le aziende espositrici della provincia di Salerno figurano: Agrioil, Az Agr Antonio Lullo, Azienda Poggio Felice, Bioitalia, Bioverde, Bsd, Caffe’ Gioia – Labcaffe’, Caffe’ Motta, Camera Di Commercio I.A.A. Di Salerno, Caseificio Barlotti, Casinareale, Compagnia Mercantile D’oltremare, Consorzio Di Tutela Colline Salernitante D.O.P., Consorzio Di Tutela Del Pomodoro S. Marzano Dell’agro Sarnese-Nocerino Dop, Consorzio Di Tutela Nocciola Di Giffoni Igp, Coppola Foods, D’ajello, De Clemente Conserve, Delfino Battista, Diano Casearia, Do.Da.Co., Finagricola, G.Ioi, Gruppo Tedesco, I Sapori Di Corbara, Iasa, Il Gusto Della Costa, Imepa, Ingiro, Inserbo, Italiana Vera, Jomi, Karoma Caffe’ – Feio, La Contadina, La Doria, La Rosina, La Rossa – Mediterranea, Le Delizie Della Tana, Maida Azienda Agricola Vastola Francesco, Marotta Emilio, Oleificio Dell’orto,,Organizzazione Di Produttori Terra Orti, Pancrazio, Pepe Mastro Dolciere, Rispoli Luigi & C., Sal De Riso Costa D’Amalfi, San Giorgio, Sapori & Tradizioni, Sapure’, Serra Marina, Silarus – Casa Iuorio, Solania, Sorrentino Alimentari, Sorrento Sapori E Tradizioni, Stella Del Sud, Tenuta Agrilat, Torretta.

 

Nel 2018, proclamato dal Governo “Anno del Cibo Italiano”, l’intera filiera dell’agroalimentare italiana si riunirà per il tradizionale evento organizzato da Fiere di Parma e Federalimentare. Oltre all’esposizione, decine di convegni e workshop che vedono coinvolti tutti i soggetti del comparto: da Confagricoltura a Coldiretti; dai Consorzi dei prodotti DOP a Slow Food; da Assocamerestero a Confconsumatori; da IRI WorldWide a Ipsos; dalla Scuola di Cucina Alma a Tecnoalimenti; da Aster-Regione Emilia Romagna all’Università di Parma ed altro ancora. Presenti anche esperti e protagonisti della Grande Distribuzione, mentre Auchan e Coop hanno allestito un proprio stand. Tra le novità di Cibus2018 l’area Cibus Innovation Corner che ospiterà una selezione dei 100 prodotti più innovativi in esposizione in fiera. Nelle Food Court saranno presentati i prodotti tipici dalle Regioni. Gli chef stellati più noti saranno impegnati a cucinare i nuovi prodotti da presentare ai buyer. Presenti, come sempre, personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport, testimonial delle aziende (www.Cibus.it). Il fuori salone, “Cibus Off”, organizzato da “Parma! City of Gastronomy” è dislocato in Piazza Garibaldi: cooking show, pillole di cultura gastronomica, teatro, interviste ai fornelli, special dinner, aperitivi in musica e momenti di approfondimento sul cibo di oggi e di domani. Gli chef del Consorzio Parma Quality Restaurants, ALMA – la Scuola Internazionale di Cucina Italiana e Academia Barilla interpreteranno le eccellenze del territorio parmense.

Condividi!

Rispondi