-->

Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, ecco alcuni eventi in Brasile

Inviato il 18 novembre 2016 di Carlo Scatozza

6. SpaghettoneValorizzare la tradizione culinaria italiana all’estero quale uno dei segni distintivi del Marchio Italia. E’ quanto si propone l’iniziativa ‘Prima settimana della cucina italiana nel mondo”, per dare continuità alle tematiche sviluppate con successo da Expo Milano 2015 ed evidenziare il ruolo della rete estera della Farnesina nell’attività di promozione del Sistema Italia. L’iniziativa si svolgerà dal 21 al 27 novembre in 105 Paesi, con oltre 1300 eventi previsti tra cui concorsi, conferenze, degustazioni, cene a tema, mostre legate alla cucina e seminari tecnico-scientifici. In Minas Gerais il Consolato d’Italia, il Comites, il CGIE, la Camera di Commercio Italo-Brasiliana di Minas Gerais e la ACIBRA – Associazione di Cultura Italo-Brasiliana di Minas Gerais – celebreranno questa “I Settimana della Cucina Italiana nel Mondo” attraverso una articolata serie di eventi, con la seguente programmazione: 21 novembre – ore 19.30, presso l’Automóvel Clube de Minas Gerais: conferenza dal titolo “Le lingue della Gastronomia”, e degustazione con selezione di vini Montresor accompagnati da “Pappardelle in ragù di costolette”; 22 novembre – ore 10.30, presso il Consolato d’Italia in Belo Horizonte: consegna dei certificati “Ospitalità italiana – Ristoranti italiani nel Mondo” a cura della Câmara de Comércio Ítalo-brasileira; 22 novembre – ore 19.30, presso Automóvel Clube de Minas Gerais: conferenza dal titolo “La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene, di Pellegrino Artusi”, con preparazione e degustazione di un piatto preparato su ricetta del grande gastronomo italiano, e accompagnato da spumante Dedicato; 23 novembre – ore 19.30, presso Automóvel Clube de Minas Gerais: conferenza dal titolo “Parole straniere in cucina italiana”, e degustazione di “Pappardelle con ragù di ossobuco”; 24 novembre – ore 19.30, presso Cafeteria Intelligenza: incontro-dibattito a cura del Comites, sul tema “I sapori della migrazione: identità, adattamenti, piaceri e privazioni”; 24 novembre – ore 20.00, presso il ristorante Pecatore: più che una cena tradizionale italiana, è un viaggio attraverso i sapori d’Italia a firma dello Chef Raffaele Autorino; 25 novembre – ore 19.30, presso l’Automóvel Clube de Minas Gerais: conferenza dal titolo “L’italiano gastronomico nel mondo”, con degustazione di Vini rossi d’Italia accompagnati da “Gnocchi al pomodoro”; 26 novembre – ore 19.30, presso l’Automóvel Clube de Minas Gerais: “Officina della Pizza Rossa”, dove apprendere tutti i segreti per preparare una focaccia-pizza rossa davvero speciale; Le conferenze-degustazione saranno a cura di Nella Cerino, eno-gastronoma formatasi all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, ideata e presieduta da Carlo Petrini, noto in tutto il mondo quale fondatore dell’Associazione Slow Food. La d.ssa Cerino è inoltre giornalista medico-scientifica: ha collaborato con Slow Food International e come corrispondente dal Minas Gerais per la rivista internazionale digitale Blossom Zine e il blog l’Orto de Michelle; attualmente è custode dell’Obiettivo n.16 per lo Sviluppo Sostenibile “Pace, Giustizia e Istituzioni forti” (Agenda 2030 dell’ONU) per conto del Frente da Gastronomia Mineira, collettivo della Segreteria di Cultura dello Stato di Minas Gerais. Presso la Cafeteria Intelligenza, ubicata nel prestigioso Bairro Funcionários, l’incontro a tema – a cura del Comites – riguarderà i rapporti tra gastronomia ed emigrazione, e vedrà le qualificate presenze della psicanalista Bernadette Biagi, ancora di Nella Cerino, e dello chef Memo Biadi. L’Officina della Pizza-Focaccia sarà tenuta dalla sig.ra Rosanna Del Prete, “figlia d’arte”: suo padre Biagio ha fatto storia nel campo dei Panifici in Belo Horizonte, e lei stessa è stata titolare della nota panetteria “Il Pane”. Cuoca talentuosa, non ha mai dimenticato le tradizioni gastronomiche della sua terra (è originaria della provincia di Salerno, con discendenza partenopea): sa infatti preparare una eccellente focaccia-pizza rossa secondo l’antica e rigorosa ricetta napoletana, dove la pasta alta, leggera e soffice fa da gustoso supporto agli immancabili sugo di pomodoro e mozzarella. Inoltre, saranno premiati col Marchio dell’Ospitalità Italiana di UNIONCAMERE i migliori ristoranti italiani del Minas Gerais, nell’apposito evento gestito dalla Câmara de Comércio Ítalo-brasileira che si terrà presso la sede del Consolato d’Italia in Belo Horizonte. Assolutamente da non perdere, poi, il “Viaggio in Italia” presso il ristorante Pecatore: lo chef Raffaele Autorino accompagnerà “in punta di forchetta” i buongustai che si prenoteranno per questa che si preannuncia una cena davvero speciale (il numero telefonico è: 031 2552-1450). La ACIBRA, infine, presenterà la prossima edizione del Circuito Gastronômico, il tradizionale festival che si propone di avvicinare gli amanti del buon cibo in Minas Gerais alla ricca cultura gastronomica (e non solo) italiana: a tale scopo, rinomati ristoranti di Belo Horizonte offriranno alla degustazione, a prezzi speciali, piatti selezionati appartenenti alla migliore tradizione culinaria del Bel Paese. Per la programmazione completa: www.consbelohorizonte.esteri.it

Condividi!

Rispondi