La Campania al Salone del Gusto, le parole di Franco Alfieri

terra-madre-2016L’agricoltura campana: sostenibile, etica e solidale. Alla presenza delle Autorità regionali, Slow Food Italia e i Presidenti dei Parchi nazionali operanti sul territorio campano si apre ufficialmente la presenza della Regione Campania a Terra Madre Salone del Gusto. All’appuntamento presente il Consigliere delegato del Presidente della Regione Campania all’Agricoltura, Foreste, Caccia e Pesca, Franco Alfieri: “Quella che partecipa a Terra Madre è solo una parte della Campania ma che rappresenta bene un panorama eccezionale dell’enogastronomia campana e delle tradizioni. D’altra parte i 476 prodotti enogastronomici tradizionali che ci hanno dato l’opportunità di essere prima regione d’Italia, come riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, rappresentano la vasta gamma di produzione e soprattutto la grande potenzialità ed attrattività che può avere la nostra regione per quanto riguarda il cibo. Siamo qui non solo per far gustare le nostre prelibatezze ma per affermare con forza e determinazione la sicurezza delle produzioni agroalimentari campane che sono le più controllate al mondo. La Regione Campania deve essere sinonimo di sicurezza alimentare, prelibatezza, bontà e benessere. Abbiamo un patrimonio che va valorizzato e replicato in tutte le parti del mondo perché il nostro stile di vita fa vivere meglio e più a lungo. Questo è il nostro messaggio. Le nostre produzioni non devono essere solo un orgoglio locale ma uno dei principali fattori di produzione di ricchezza, lavoro, PIL”.

L’appuntamento ha visto altresì la presenza del Commissario all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Antonio Limone che ha rinnovato con forza il risultato già presentato ad Expo2015. La Campania è la prima regione d’Italia per la qualità, vastità e profondità del controllo del proprio territorio e del proprio ambiente. In chiusura l’ultimo Laboratorio del Gusto della giornata: “Extravergine di oliva è salute!” con il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.