Falanghina Felix da Sant’Agata dei Goti a Milano, Sorrento e Benevento

falanghina1Falanghina Felix‘ fa tredici. Si preannuncia di grande interesse il programma della XIII edizione della rassegna regionale dei vini ottenuti da uve falanghina, organizzata dalla Camera di Commercio di Benevento, tramite la propria Azienda Speciale Valisannio, con la compartecipazione di Unioncamere Campania e dei Comuni di Benevento e Sant’Agata dei Goti.

Tante le novità, con la rassegna che valica i confini sanniti e si svolgerà in quattro interessanti momenti in programma a partire dal 3 dicembre e fino al weekend del 13 e 14 dicembre. Il sipario sulla rassegna si alzerà mercoledì 3 dicembre a Sorrento, nella cornice del Grand Hotel Excelsior Vittoria, con il banco di assaggio e seminario di degustazione in collaborazione con l‘Associazione Italiana Sommelier – Campania. Domenica 7 dicembre sarà invece la volta della tappa a Sant’Agata dei Goti, nella Sala conferenze dell’ex Cinema Italia, dove si svolgerà la cerimonia del Premio Falanghina Felix. Per mercoledì 10 dicembre è in programma una nuova trasferta, per raggiungere Milano, per il banco d’assaggio e il seminario degustazione in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier – Milano, che sarà ospitato al Westin Palace. La chiusura a Benevento, con seminari, focus e banco di assaggio che animeranno il fine settimana di sabato 13 e domenica 14 dicembre.

La rassegna si pone l’obiettivo di valorizzare e far conoscere l’eccellenze enologiche ottenute dal vitigno più rappresentativo della ‘Campania Felix’ e risaltare la grande potenzialità di uve poliedriche, capaci di dare vini versatili e di grande abbinamento a tavola.

 

“‘Falanghina Felix’ rappresenta un appuntamento unico – dichiara Antonio Campese, presidente della Camera di Commercio di Benevento –  per consumatori e addetti ai lavori, che potranno degustare, grazie ai diversi banchi d’assaggio, le varianti trame dei vini falanghina. Nel corso di specifici seminari di degustazione – aggiunge – operatori selezionati potranno focalizzare l’attenzione e la conoscenza su aspetti tecnico-produttivi e culturali legati alle diverse zone produttive della Campania, riuscendo a cogliere con evidenza la capacità di questo  vitigno autoctono di manifestare la sua originalità territoriale. L’edizione 2014 della rassegna riproporrà – conclude Campese – anche il Premio Falanghina Felix, un’occasione per segnalare e sostenere coloro che promuovono la conoscenza e difendono il patrimonio della vitivinicoltura campana”.

 

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.