Sulle tracce della biodiversità dell’ alto casertano

cervatimateselacenoSabato 1 marzo alle ore 17,00 presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico di Teano avrà luogo l’incontro “Teano e i suoi borghi: un patrimonio di diversità da salvare”. La Tavola rotonda con il coinvolgimento della cittadinanza è organizzata da Slow Food CampaniaSlow Food Massico e Roccamonfina e intende fornire un contributo di conoscenza e memoria sul tema della biodiversità locale.

Interverranno il Sindaco di Teano, Nicola Di BenedettoPietro Andrea Cappella, Coordinatore del GAL Alto Casertano; Giuseppe Orefice, responsabile tecnico del progetto “Presidio della Biodiversità dell’Alto Casertano”; Germano Faella, Slow Food Massico e Roccamonfina; Antonio Croce, ricercatore ed esperto di Biodiversità.

L’appuntamento è il primo degli eventi ideati da Slow Food Campania e Fondazione Slow Food per la Biodiversità nell’ambito del progetto “Presidio della Biodiversità dell’Alto Casertano”, sostenuto dal GAL Alto Casertano e finalizzato a individuare colture e allevamenti tradizionali a rischio di scomparsa per la conseguente selezione di microfiliere locali.

Il GAL Alto Casertano ha deciso di sostenere l’attivazione del suddetto Presidio della Biodiversità utilizzando i fondi della Misura 412 del Piano di Sviluppo Locale (PSL) Alto Casertano “Giardino di Terra di Lavoro” (Programma di Sviluppo Rurale Campania -PSR- 2007/2013 – Asse 4 Approccio LEADER).

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.