-->

Aspettando “Radici del Sud”: storie di chef, territori e vini tradizionali

Inviato il 13 Apr 2011 di Yvette Montanaro

Si svolgerà nell’elegante contesto di Masseria Barbera di Minervino Murge il secondo dei tre incontri volti a promuovere la conoscenza enogastronomica meridionale che anticipa nelle intenzioni e nei contenuti il prossimo Festival dei Vini da Vitigno Autoctono Radici del Sud.

L’organizzazione nella persona di Nicola Campanile, insieme a Luciano Pignataro e il padrone di casa Riccardo Barbera, sapranno garantire agli ospiti un’esperienza tanto apprezzabile quanto ricca di scoperte. Luciano Pignataro giornalista e blogger, per chi sarà presente dalle ore 19.00 traccierà un quadro di riguardo alle tipicità enologiche e culinarie della Campania e descriverà i percorsi formativi degli chef e dei produttori dei vini per arricchire di consapevolezza l’esperienza che di lì a poco seguirà.

Nello stesso ambito e con lo stesso format della prima serata svoltasi il 25 Marzo, Venerdì 15 Aprile Masseria Barbera avrà l’onore di ospitare Alfonso Caputo, chef del ristorante la Taverna del Capitano di Massa Lubrense (NA), detentore di due stelle Michelin. Nell’occasione si avrà modo di approfondire e rivolgere l’interesse verso fenomeni di assoluta eccellenza in altri territori del meridione, alla scoperta, le premesse lo garantiscono, dei patrimoni enologici e gastronomici custoditi nei nostri territori.

Gli chef di Masseria Barbera tuttavia svolgeranno un ruolo tutt’altro che secondario nella preparazione di alcuni dei piatti che completeranno la cena.

Venerdì 20 Maggio sarà la volta degli chef del Gargano Lucia Schiavone e Nazario Biscotti delle Antiche Sere di Lesina, Leonardo Vescera de Il Capriccio di Vieste e Gegè Mangano di Li Jalantuùmene di Monte Sant’Angelo ognuno con una delle loro pregevoli “invenzioni/rivisitazioni” gastronomiche ispirate rispettivamente ai laghi, al mare e ai monti delle loro zone di provenienza.

Condividi!

Rispondi