Azienda Badevisco e Campagna Amica: connubio vincente

Sabato 26, a Spoleto, al teatro Caio Melisso, l’Azienda Biologica Badevisco di Cassetta Franco,produttrice di olio biologico, ha ricevuto un importante riconoscimento, piazzandosi al 2° posto nella competizione nazionale dell’Ercole olivario, nella categoria “Fruttato medio”.

L’evento, nell’edizione 2011 , ha fatto segnare numerosi primati: il più alto numero di partecipanti, oltre 355; 17 regioni italiane in rappresentanza dei territori più vocati all’olivicoltura.
Occorre ricordare che questa manifestazione, è diventata dopo quasi venti anni, un punto di riferimento essenziale per l’olio che per cultura, storia, tradizione ed economia, rappresenta forse un dei pochi comuni denominatori dell’agricoltura italiana.

L’olio di Cassetta Franco , arrivato ad un passo dalla vittoria, ha gareggiato fino all’ultima prova con ben 92 finalisti provenienti da tutta Italia , ma ad onor del vero è bene ricordare che dal 2005 ad oggi, la produzione dell’azienda Badevisco è stata sempre annoverata tra gli oli finalisti del concorso.

Grande soddisfazione anche in casa Coldiretti, in quanto l’azienda Badevisco e socia ma anche una delle aziende di punta della rete di “Campagna Amica”.
La serietà e l’amore per la terra, sono un connubio che poi da i suoi frutti migliori, l’azienda Badevisco ne è il miglior esempio” sono le dichiarazioni del Presidente della Coldiretti Casertana, Tommaso De Simone, mentre il Direttore Lisi, oltre ai meritati complimenti per l’obbiettivo raggiunto ha ricordato quanto sia importante “innovare la tradizione” con efficacia e rispetto dei valori culturali.

Infine , il Direttore Lisi ha concluso, dicendo “ L’azienda Badevisco che ha sempre interpretato al meglio i severi e rigidi controlli previsti anche dai dettami dell’Agricoltura Biologica ha raggiunto questo importante traguardo perché per anni , ha profuso: impegno, fatica e continui sforzi al fine di raggiungere un prodotto di qualità che raccoglierà,sicuramente , consensi anche sui mercati esteri.”

Carlo Scatozza

redattore di Campania Slow | Contatto Facebook: http://it-it.facebook.com/people/Carlo-Scatozza/1654720386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.